Intervista ad Alberto Figueroa: "Maceflor è stato presente a Iberflora sin dalla sua prima edizione, per noi è il punto d'incontro di tutto il settore"

copertina-intervista-alberto-maceflor-iberflora21V2

Visita Maceflor è sempre speciale, perché è un'azienda la cui storia è stata legata a quella di Iberflora, contando sulla sua presenza sin dalla sua prima edizione in 1972 e avendo visto la sua crescita ed evoluzione per diventare un azienda leader come fornitore di vasi, contenitori, secchi e altri prodotti per la coltivazione di piante ornamentali e per centri di giardinaggio.

Benvenuti da noi Alberto Figueroa, CEO dell'azienda, che, con un grande sorriso, ci mostra le strutture dell'azienda, che ha oggi alcuni magazzini di oltre 15.000 M2. Ulteriormente, non abbiamo perso l'occasione di avere una piacevole conversazione con lui.

Maceflor è stato presente a Iberflora dal 1972, prima edizione del concorso. Guardando un po' indietro, Come valuti il fatto di essere tornato nella casa del settore green in un'edizione speciale come la tua 50 anniversario?

Come dici tu, dalla prima edizione, Maceflor, è stato presente ogni anno. Per noi è molto importante sostenere questo tipo di concorsi, visto che pensiamo che le fiere, e più Iberflora, è il punto d'incontro di tutto il settore green, dove commentiamo, Ci vediamo, e possiamo dare il via a una nuova campagna. Quest'anno, se possibile, tra il "trono obbligato" e il 50 anniversario, lo prendiamo con molto più desiderio. Credo, con il passare del tempo, tra tutti, otteniamo Iberflora per durare nel tempo, essere la fiera di riferimento del settore in Spagna.

Quali novità possiamo trovare al tuo stand?

Per noi quest'anno è carico di novità. Se ci concentriamo sulla divisione dei Garden Center, vi presentiamo la nuova distribuzione esclusiva dell'azienda tedesca Lechuza, oltre a tutte le novità della collaborazione che abbiamo da molti anni con IDEL. Nuove linee PLASTECNIC, GEKA ·, ecc...

Per quanto riguarda la linea di produzione vivaistica, abbiamo preso due nuovi modelli dal nostro contenitore CMC, avendo nella gamma il CMC di 4, 5, 6 e 10 l. e anche un nuovo contenitore la cui caratteristica principale è il controllo root avanzato (CARRA), un impegno del nostro reparto R&D che speriamo piaccia a tutti i Vivai.

Hanno iniziato come azienda specializzata in vasi e contenitori per il produttore, ma qualche anno fa hanno deciso di fare il salto al Garden Channel, in cui oggi hanno una presenza importante. Cosa ti ha spinto a fare quel salto??

Lavoriamo da sempre sul canale Garden, da molti anni distribuiamo il marchio IDEL, abbiamo anche distribuito Plastecnic, quello che succede è che per un lungo periodo di tempo ci concentriamo maggiormente sulla nostra linea di prodotti per l'infanzia,.Ma è vero che negli ultimi anni, con le nuove distribuzioni di LECHUZA, GEKA ·, HAWITA ·, e PLASTECNIC, parte del suddetto IDEL, stiamo promuovendo questo tipo di canale molto di più, per mettere Maceflor nel punto che merita nei centri di giardinaggio.

Oltre ai vasi per il produttore e per il garden center, Maceflor distribuisce oggi altri prodotti ausiliari come le maglie, impianti di irrigazione, substrati e Bambù. Quando e perché hai deciso che la tua cosa non era solo pentole??

Maceflor ha distribuito più prodotti per l'orticoltura a una parte dei vasi per un decennio circa., anche se è vero che è stato rafforzato molto di più negli ultimi anni, avendo un peso importante nel fatturato annuo delle vendite la distribuzione di Bamboo, Rete anti-emmerminante, Tag, Fissaggio, ecc. abbiamo deciso di promuovere questi prodotti ausiliari a causa della domanda dei nostri clienti, e di essere in grado di dare loro un servizio globale dei prodotti di cui avevano bisogno.

Recentemente Maceflor ha ottenuto la distribuzione esclusiva del catalogo dei marchi lechuza in Spagna e Portogallo, oltre a distribuire altri marchi leader come IDeL, Geka ·, Hawita ·, Pastecnic, ecc. Quali sono le prossime sfide dell'azienda??

Le prossime sfide dell'azienda nella linea Garden, stabilizzare le vendite delle distribuzioni delle nuove imprese, e valorizzare il canale Garden con nuovi venditori specializzati nel settore. Crediamo di avere un grande potenziale di crescita in questo settore di business. Mentre nella linea Nursery, continueremo a scommettere sulla creazione di nuovi modelli di vasi, oltre a stabilire e ampliare il portafoglio prodotti, senza trascurare il nostro fiore all'occhiello, la pentola.

Maceflor si è sempre caratterizzata come un'azienda dinamica e coinvolta, sempre alla ricerca di sinergie e supporto all'associazione tra professionisti. Qual è la tua attuale visione del settore in Spagna??

Come dici tu, a Maceflor, siamo un'azienda impegnata nella ricerca di sinergie e nella ricerca di un supporto costante tra tutti, poiché pensiamo che l'unione faccia forza e con il sostegno di tutti raggiungeremo ciò che proponiamo. Di fronte alle difficoltà che riusciamo a trovare, l'unica soluzione è raggrupparsi e per questo le nostre porte sono sempre aperte a qualsiasi tipo di soluzione che possa migliorare il nostro settore sia a livello nazionale., come internazionale.

infine, e in relazione alla difficile situazione che il mondo ha attraversato nell'ultimo anno e mezzo. Cosa ha significato la pandemia per Maceflor e quali erano i suoi sentimenti alla fine della scorsa stagione??

Credo che possiamo dividere la pandemia in tre diverse fasi.. primo, quando siamo costretti ad essere confinati a casa, promuovere il telelavoro, quel primo mese e mezzo ci troviamo in una situazione nuova, una situazione di incertezza in cui nessuno poteva avventurarsi a prevedere il futuro. Il nostro settore si trovava in una situazione complicata, da quando eravamo all'inizio della campagna, con i magazzini pieni e le porte chiuse a noi per poter estrarre il prodotto.

La seconda fase, quando ci vediamo nel momento in cui sembra che tutto inizi a funzionare, iniziamo ad ottenere il prodotto, ma con cautela. E un terzo in cui viene rilevato un cambiamento nel comportamento del consumatore finale, che trascina la domanda di prodotto in modo da portare ad aumenti significativi delle vendite, recupero di eventuali perdite dalle prime due fasi.

Ora, siamo in un buon momento, dove crediamo che il consumatore in percentuale più alta si sia abituato a vivere in modo diverso, mantenere la tua casa il più confortevole possibile, quindi non vediamo l'ora che arrivino alcuni anni.